Photocontest – 2° tema

E’ uscito il secondo tema… “Le nuvole, tanti piccoli pensieri…” – Ammesso fotoritocco

Mannaggia… che titolo! Stimolante, per la verità, ma anche trappola mortale per la banalità…

Tante idee, tutte uguali… primo piano su sfondo di nuvole, Angelina sull’amaca con fondo di nuvole, Angelina con alle spalle le nuvole rosa del tramonto… Cotone…

Poi come per il primo tema… folgorazione!

Deve essere qualcosa di assolutamente strano, inquietante, lontano anni luce da quello che le nuvolette ti fanno venire in mente. Angelina sta rileggendo “L’ombra dello Scorpione” di King, libro e autore preferiti. Tra i personaggi c’è l’Araldo dei mostri, una sorta di sandwich-man che, durante la pestilenza che sta decimando New York, se ne gira con addosso un tazebao, suonando una campanella e urlando alla gente la stupidità umana.

Ecco allora che Angelina prende le sue sembianze, con un tazebao fatto di nuvole e pensieri apocalittici, con i capelli sconvolti e la campana che trilla per svegliare le coscienze. Le frasi riportate sulle nuvole sono citazioni esatte prese dal libro: le prime due proprio da ciò che dice l’araldo, l’ultima invece è di un altro peronaggio.

Tra gli effetti che offre Photoshop ho scelto quello che le celava meglio la sua essenza di bambolina confetto. La sua metà oscura, con il nero alle spalle, e i suoi capelli elettrici mi hanno dato una certa inquietudine, sentimento che volevo trasmettere. In più, questo effetto, rende la foto innaturale e l’avvicina al mondo dei fumetti (nuvole, appunto), altro grande amore di Angelina.

Araldo Cartoon4.jpg

 

Commento post – voto: Sempre penultima in classifica, con una media di voti forse ancora più bassa del primo tema. La foto non è piaciuta, peccato, perché era l’unica diversa, sicuramente non la più bella e nemmeno quella fatta meglio, ma di certo dava del tema un’interpretazione unica e diversa. Le nuvole non sono solo quelle in cielo e i pensieri non sono sempre rosa!

Fra le critiche quella dell’uso gratuito dell’effetto di Photoshop, forse sarebbe stato meglio usare la foto in b/n… Risposta: non credo… o meglio, sono stata a lungo incerta, poi ho optato per il ritocco. La foto in b/n è sicuramente più bella, ma non è altrettanto inquietante e non rendeva l’effetto “disegno-fumetto” che volevo. In realtà ho provato diversi effetti, anche quello del disegno a carboncino, ma se su Angelina non mi dispiaceva, la nitidezza delle nuvole e dei testi era pressoché nulla.

Comunque, questa era la foto originale

100_5654.JPG

E questi altri scatti e rimaneggiamenti di prova

Araldo Cartoon.jpg
Araldo Cartoon2.jpg
Araldo Cartoon3.jpg
100_5663.JPG

Photocontest – 1° Tema

E’ uscito il primo tema… Ce la posso fare! – Ammesso diorama, No fotoritocco.

Folgorazione immediata, questa foto sarà una vera e propria presentazione per Angelina. Ci dovranno essere tanti elementi che la caratterizzano, per farla conoscere meglio agli spettatori: la location, il titolo, il look… Non le piace parlare ma attraverso questa foto (e questo diario) si sveleranno molte cose.

 

Il set è pronto. Ho scelto di scattare le foto all’aperto, in montagna. Angelina è nata in un piccolo paesino di montagna. Le piace stare all’aria aperta, possibilmente in solitudine, a pensare, leggere, osservare… Tra i tanti scatti ho scelto quello in cui Angelina è diventata, non protagonista, ma parte della montagna, delle sue pietre e dei suoi arbusti. Sulla cima, tra il cielo azzurro e le nuvole di panna montata, Angelina potrà, forse,  ripercorrere i suoi ricordi e progettare il suo futuro…  oppure starà seduta a osservare e valutare il suo passato, se arriverà tardi…  La foto si intitola “Conosci te stesso…”.

 

Commento post votazione: Come inizio non c’è male, sono penultima, con una media del 2 scarso…

Le osservazioni che mi sono state fatte sono che la bambola non è a fuoco, che non è realmente attrezzata per la scalata, che le foglie dietro di lei sono fuori scala e così via all’infinito.

Ho spiegato che Angelina è fuori fuoco perché non è lei il punto focale della foto, ma la cima. Lontana, lontanissima, circondata da un bel cielo azzurro. Inoltre la sua non è una scalata, ma una passeggiata sulla montagna alla ricerca, appunto, di sé stessa e non è detto che ci arriverà lassù e neanche che ci voglia arrivare.

Sulle foglie fuori fuoco, invece, niente da dire… solo che mi piaceva il contrasto cromatico e per me ci stavano bene.

 

Curiosità: Per fare la foto ero praticamente coricata sulla strada!!! Meno male che là non c’è traffico!!!

 

La foto che ho presentato è questa

Ce la posso fare.JPG
Ne ho scattate altre, tipo queste
100_5586.JPG
100_5592.JPG
100_5593.JPG
Alla fine però, trovo che quella che ho presentato rappresenti di più quello che volevo esprimere.

Foto delle mie vacanze

Quest’anno, sono riuscita a mettere in pratica la mia idea malsana di raccontare le vacanze settembrine tramite la mia grande passione: le bambole!

Così ho scelto una delle mie ragazze, qualche vestito e mi sono portata tutto in camper.

A ogni tappa una foto!

Per essere la “mia prima volta” sono davvero soddisfatta: Luca e Chiara mi hanno aiutata a scattare e mettere in posa e devo dire che è stato un modo nuovo di stare insieme!

Trovate tutto nell’apposito album!

 

Ancora Paper Dolls…

http://myscene.everythinggirl.com/friends/chelsea/chelsea_fashionbook.swf

 

Splendide bamboline di carta ispirate alle My Scene Dolls con la possibilità di crearsi abiti di mille tipi e colori diversi!
Divertentissimo!
Si possono stampare a colori (ed è così possibile farsi un bel gruppo di bamboline e un discreto guardaroba) oppure in bianco e nero, per fare divertire le bimbe a colorarsi le loro creazioni!

 

Bellissimoooo!!!

 

 

Ancora Barbie su Grazia

Sul n. 20 del settimanale, mini trafiletto con foto carina sulla nostra beniamina rosa!
Si parla della disputa legale tra la Mattel e un suo ex dipendente che, appena lasciata la Ditta, ha venduto il progetto per la realizzazione delle Bratz alla Mga Entertainment.

Il tipo è accusato di aver infranto gli obblighi di fiducia verso l’Azienda e di averla danneggiata.

Effettivamente, dopo l’uscita delle Bratz, Barbie ha subito un tracollo e con lei il buon gusto nella realizzazione delle bambole…

Saranno anche un fenomeno di costume, ma le Bratz proprio non riescono a convincermi… testona immensa e corpiciattolo improbabile, piedi removibili (e quindi moncherini in bella vista!) e trucco da trans!

Una cosa positiva dall’uscita di questi mostriciattoli c’è… per contrastarli la Mattel ha prodotto le My Scene, un tipo di bambola che adoro!

4780224c39cad340760ce49939d0c2cb.jpg

 myscene.jpg

 

 Per saperne di più su queste 3 bambole: http://www.barbie-bratz.it/ 

Una curiosità: nella foto che correda l’articolo, c’è una bimba  bionda che gioca con  una Barbie Magia di Pegaso e una… My Scene! …beh, almeno questa volta, di fronte a Barbie la Bratz è scomparsa!