Julia Roberts e le bambole…

 La bellissima attrice di Pretty Woman è un’appassionata delle bambole American Girls al punto da aver prodotto alcuni film per la tv e uno in uscita al cinema (Kit Kittredge: An American Girl) a loro ispirati: “Non le chiama bambole chi le conosce, ma caratteri femminili perché ognuna di loro ha la stessa età, circa 12 anni, e vive in un momento storico ed economico significativo per la sua crescita e per la società”. Oltre al film su Kit, dunque, sono già usciti quelli su Samantha, Felicity e Molly.

Sul sito http://www.americangirl.com/ (in pratica lo stesso del post sul ristorante per le bambole a New York) trovate le bambole e i siti dei film, con tanto di paper doll virtuali da vestire e cambiare!

L’immagine viene dal blog: www.dolldiaries.com/kit-kittredge/  

E’ TEMPO DI BRILLANTINA!!!

0c167ca957ac42faff525891f8605943.jpgIo adoro il film Grease, l’avrò visto almeno 20 volte e questa primavera mi sono finalmente comprata il DVD (che non sono riuscita a vedere perché il lettore non funziona più… GRRR!!!).

 

Ho una passione smodata per le Barbie che la Mattel ha creato sulla base del film, in particolare quelle uscite nel 2008 (http://www.barbiecollector.com/ digitare “Grease” nel motore di ricerca del sito).

 

In particolare mi piace molto Rizzo, che ultimamente ho visto anche in versione ooak creata da Sabrinetta per lo swap estivo del forum “Barbie che Passione” (http://barbie.forumcommunity.net/).

 

Ecco le foto:

db38f78e17e478b1b147d06860e6454d.jpg09ddb0f9edfa8d6db846ac5a38999691.jpg

…e una promessa: prima o poi riuscirò a comprarmi tutte le Barbie della Serie… anche se sono un po’ indietro, non avendone nessuna!

 

Jackie O’ e le sue bambole

14 anni fa si spegneva nel suo appartamento della Fifth Avenue l’icona dello stile Jackie Kennedy Onassis. Come dimenticare i suoi tailleurs, le borse, i cappellini? Lo stile di Jackie è rimasto nel tempo inconfondibile e la sua classe rimane il sogno di ogni donna. Nel tempo sono uscite a sua immagine (magari…) numerose bambole: Franklin Mint www.franklinmint.com e Madame Alexander  in primis ritraggono la signora Kennedy il giorno delle nozze col Presidente, Toypresidents crea una action figure parlante e snodata (ma col viso orribile!!!) e Costume Gallery crea completi da sogno per una bambola un po’ meno da sogno…  www.costumegallery.com/ppdollsjackiekennedy.htm    Tom Tierney disegna una paper doll bellissima, con 5 bambole che seguono la crescita di Jacqueline (bambina, adolescente, donna) e 27 abiti: i due da sposa, diversi  tailleurs e numerosi da sera. Esistono perfino dei magneti da frigorifero con le sembianze della Signora Onassis in costume, corredata da ben 7 abiti e qualche  accessorio.

Infine esiste una bellissima Candy Fashion Doll – Jackie Kennedy con 3 cambi meravigliosi.

Una curiosità… la figlia Caroline ha una copiosa collezione di bambole, che statisti di tutto il mondo le hanno regalato nelle viste ufficiali. Tra queste una Lenci italiana esposta in una mostra all’Harry S. Truman Library and Museum di Indipendence (MO) negli USA.

Marlene Dietrich e le sue bambole

Il 6 maggio 1992, moriva nel suo appartamento di Parigi l’attrice Marlene Dietrich. Josef von Sternberg, regista del film L’Angelo Azzurro (1930), regalò a Marlene, durante le riprese, un bambola Lenci (serie 112) che diventò il suo portafortuna. Il piccolo Africano con abito tribale e orecchini stava sempre seduto sulla sua toeletta e appare anche in alcuni suoi film (L’Angelo Azzurro, Marocco e Disonorata).

 

Marlene1.jpge3d62f20c100f667052ce80d323818cc.jpg

La collezione di bambole Lenci dell’attrice comprendeva anche una seconda bambola AA, sempre della serie 112, ma con capelli lunghi, un bambola Jules in completo bretone (1926) e un Cinesino presente sui cataloghi Lenci del 1931, pure lui regalato da von Sternberg. Tutte le Lenci della diva sono custodite nella  Marlene Dietrich Collection a  Berlino.

Esistono diverse bambole che rappresentano Marlene Dietrich, tra cui quella di Madame Alexander che la rappresenta nel film Shangai Express e un’altra visibile sul sito http://www.icondolls.com/marlene.html : è di porcellana e più che una bambola sembra una caricatura… però gli abiti sono molto davvero molto belli!

Esiste anche una versione di Marlene in carta: una paperdoll con cambi d’abito e fascino da vendere!

Credits: http://www.lenci-dolls.net/07012006.html, http://filmmuseum-berlin.de/ .

Rita Pavone doll

Curiosando sul blog di Topocri, mi sono imbattuta in uno strano ritrovamento al Top Toys di Roma: la bambola di Rita Pavone!!!

Avete presente la cantante ye-ye degli anni ’60? Quella con i capelli rossi e le lentiggini??? Gianburrasca, per capirci!

Neanche sapevo che esistesse e sul web non sono riuscita a trovare notizie che riguardino questa creatura. Ho solo scovato un’immagine pubblicitaria di un giornalino (Topolino? Il Monello?) che propone una versione diversa. Della stessa ditta? Pare esista anche la bambola di Dalida, di cui però non ho trovato alcuna immagine…

L’unica certezza è che entrambe sono produzioni italiane. Voi ne sapete di più?

Eccole:

Rita.jpg

http://www.flickr.com/photos/topocri/sets/72157623596268773/

http://www.thebarbiedays.ilcannocchiale.it/

 

bambola_rita_anni_60.jpg