Ciao Fernanda

Non ho mai voluto accettare le malattie dell’ eta’ e ne ho le scatole piene di dover prendere tutte queste pastiglie che i medici mi prescrivono. Ho sempre cercato di vivere di passioni e tutto questo mi riporta solo alla disperazione dei miei 92 anni, con le vene che non reggono la pressione di una semplice iniezione. Ma grazie a Dio ci sono questi ragazzi di 18 anni che mi mandano le loro poesie, i loro racconti, i loro auguri e mi chiedono suggerimenti su come fare a superare le tragedie della vita. Ahime’. A 92 anni ancora non so cosa rispondere. Dico loro di sperare. Di battersi per vivere in un mondo senza guerre volute solo da capitani ansiosi di medaglie. Di sorridere senza il rimorso di non aver aiutato nessuno. E proprio questi giovani sono una grande, meravigliosa, consolazione. Il segno che qualcosa di cio’ che hai fatto ha lasciato un piccolo segno, un piccolo seme.

nanda4.jpg

Disco inferno Barbie doll

Ieri ho passato una splendida mattina in compagnia di una cara nuova amica.

Erika, questo il suo nome, è anche una bravissima ooaker e questa sua nuova creatura, purtroppo già venduta (GRRRR!!!), mi è rimasta nel cuore.

Lei è Barbie Disco Inferno… e io non riesco a postare la foto… che nerrrrrvi!!!

Per vederla e curiosare tra le sue bamboline http://www.flickr.com/photos/36312434@N06/sets/72157617307068430/

La strage di Bologna

Bologna, sabato 2 agosto 1980.

Ore 10.25. Sala d’aspetto della 2° Classe nella Stazione Centrale di Bologna.

Una valigia con 23 kg di esplosivo (tritolo e T4 + Nitroglicerina per potenziare l’effetto…) posizionata su un tavolino portabagagli sotto il muro portante dell’ala ovest della stazione.

85 morti.

Più di 200 feriti.

In quel giorno la stazione era affollata di turisti e persone in partenza o di ritorno dalle vacanze. La città – incredula ed impreparata per una simile evenienza – reagì con orgoglio e prontezza: moltissimi cittadini prestarono il primo soccorso alle vittime, e contribuirono ad estrarre le persone sotterrate dalle macerie. Non essendo sufficienti le ambulanze per trasportare i feriti agli ospedali cittadini, vennero impiegati anche autobus come il 37, auto private e taxi. Per curare i feriti medici e infermieri tornarono dalle ferie e furono riaperti i reparti chiusi per l’estate.

28 ordini di cattura nei confronti di alcuni militanti di estrema destra. Tutti scarcerati nel 1981.

23 novembre 1995: condanna all’ergastolo per alcuni esecutori dell’attentato. I neofascisti dei NAR Giuseppe Valerio Fioravanti e Francesca Mambro. Contestualmente vennero condannati Licio Gelli, Pietro Mesumeci e Giuseppe Belmonte per il depistaggio delle indagini. Altre condanne nel 2000 e nel 2007.

2008: il tribunale di sorveglianza di Roma ha concesso a Francesca Mambro la libertà condizionale fino al 2013, anno in cui, in assenza di altri reati, la pena sarà estinta.

2 agosto 2009: concluso il periodo di semilibertà, Fioravanti diviene un uomo libero la cui pena è considerata estinta.

Eventuali mandanti della strage non sono mai stati scoperti.

Le vittime:

Antonella Ceci, anni 19

Angela Marino, anni 23

Leo Luca Marino, anni 24

Domenica Marino, anni 26

Errica Frigerio In Diomede Fresa, anni 57

Vito Diomede Fresa, anni 62

Cesare Francesco Diomede Fresa, anni 14

Anna Maria Bosio In Mauri, anni 28

Carlo Mauri, anni 32

Luca Mauri, anni 6

Eckhardt Mader, anni 14

Margret Rohrs In Mader, anni 39

Kai Mader, anni 8

Sonia Burri, anni 7

Patrizia Messineo, anni 18

Silvana Serravalli In Barbera, anni 34

Manuela Gallon, anni 11

Natalia Agostini In Gallon, anni 40

Marina Antonella Trolese, anni 16

Anna Maria Salvagnini In Trolese, anni 51

Roberto De Marchi, anni 21

Elisabetta Manea Ved. De Marchi, anni 60

Eleonora Geraci In Vaccaro, anni 46

Vittorio Vaccaro, anni 24

Velia Carli In Lauro, anni 50

Salvatore Lauro, anni 57

Paolo Zecchi, anni 23

Viviana Bugamelli In Zecchi, anni 23

Catherine Helen Mitchell, anni 22

John Andrew Kolpinski, anni 22

Angela Fresu, anni 3

Maria Fresu, anni 24

Loredana Molina In Sacrati, anni 44

Angelica Tarsi, anni 72

Katia Bertasi, anni 34

Mirella Fornasari, anni 36

Euridia Bergianti, anni 49

Nilla Natali, anni 25

Franca Dall’olio, anni 20

Rita Verde, anni 23

Flavia Casadei, anni 18

Giuseppe Patruno, anni 18 

Rossella Marceddu, anni 19

Davide Caprioli, anni 20

Vito Ales, anni 20

Iwao Sekiguchi, anni 20

Brigitte Drouhard, anni 21

Roberto Procelli, anni 21

Mauro Alganon, anni 22

Maria Angela Marangon, anni 22

Verdiana Bivona, anni 22

Francesco Gomez Martinez, anni 23

Mauro Di Vittorio, anni 24

Sergio Secci, anni 24

Roberto Gaiola, anni 25

Angelo Priore, anni 26

Onofrio Zappala’, anni 27

Pio Carmine Remollino, anni 31

Gaetano Roda, anni 31

Antonino Di Paola, anni 32

Mirco Castellaro, anni 33

Nazzareno Basso, anni 33

Vincenzo Petteni, anni 34

Salvatore Seminara, anni 34

Carla Gozzi, anni 36

Umberto Lugli, anni 38

Fausto Venturi, anni 38

Argeo Bonora, anni 42

Francesco Betti, anni 44

Mario Sica, anni 44

Pier Francesco Laurenti, anni 44

Paolino Bianchi, anni 50

Vincenzina Sala In Zanetti, anni 50

Berta Ebner, anni 50

Vincenzo Lanconelli, anni 51

Lina Ferretti In Mannocci, anni 53

Romeo Ruozi, anni 54

Amorveno Marzagalli, anni 54

Antonio Francesco Lascala, anni 56

Rosina Barbaro In Montani, anni 58

Irene Breton In Boudouban, anni 61

Pietro Galassi, anni 66

Lidia Olla In Cardillo, anni 67

Maria Idria Avati, anni 80

Antonio Montanari, anni 86

Per saperne di più: http://www.stragi.it/index.php

Bologna.jpg